Trentino un vino della montagna? Manca ancora una risposta

Skywine 2012, manca ancora una risposta. La domanda era: “Trentino, un vino della montagna?, è questo il titolo di un post pubblicato un paio di giorni fa sul sito enophilia, dal sommelier Andrea Aldrighetti. Lo segnalo, e invito alla lettura, perché mi pare abbia centrato con precisione il tema (e lo svolgimento) proposto da SKYWINE 2012. L’iconizzazione tout court del vino trentino come vino di montagna, così come è stata proposta dai recenti conchiusi istituzionali, mi pareva e mi pare, avventurosa e non sufficientemente descrittiva di un territorio plurimo e plurale quale è quello racchiuso dentro i confini della provincia di Trento. Il ragionamento del bravo Aldrighetti mi sembra porti dritto a questa conclusione.

Skywine 2012, manca ancora una risposta. La domanda era: “Trentino, un vino della montagna?

  2 commenti riguardo “Trentino un vino della montagna? Manca ancora una risposta

  1. Alibaba
    28 ottobre 2012 alle 22:49

    Io penso di sì, il vino Trentino si puó definire tranquillamente di montagna, primo perchè quasi ogni primavera si corre il rischio di brinate, secondo perchè quasi tutte le operazioni nel vigneto vengono svolte a mano a differenza della Pianura Padana dove si vendemmia pure a macchina a scapito della qualità, ma con costi inferiori.

  2. 29 ottobre 2012 alle 16:15

    Gentile alibaba, se le discriminanti sono le gelate e la meccanizzazione in vigna, allora anche lo Champagne è un vino di montagna.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.